Cantine di tufo e grandi vini

Terra di santi, borghi medievali e incantevoli paesaggi, l’Umbria è anche una destinazione enoturistica d’eccellenza e una regione di grandi vini, dal rosso Montefalco Sagrantino Docg, secco o passito, al bianco Orvieto Classico Superiore Doc fino al Muffato Orvietano, gioiello enologico e generoso dono dell’autunno.
L’arrivo delle fitte nebbie mattutine che avvolgono le vigne e la cittadina in provincia di Terni, crea un microclima ideale per la muffa Botrytis Cinerea, che in particolari condizioni atmosferiche si trasforma in “muffa nobile”. Attacca l’acino dall’esterno nutrendosi del contenuto liquido dell’uva, fino a disidratarla e a concentrarne zuccheri ed acidità. 
IL risultato è un bianco da uve grechetto e trebbiano toscano (minimo 60%) e altri vitigni autorizzati, color oro e profumato di miele, albicocca, zafferano. Ma sono appena cinque le cantine produttrice e questo rende la visita più esclusiva. La cantina Palazzone, con la sua locanda ospitata in un edificio del ‘200, vanta tra i vini il Musco, un bianco particolare affinato in botti di castagno e damigiane in grotte di tufo, rivisitando un’antica tradizione orvietana.

Continua a leggere