Musco di Palazzone, ricordo di una memoria atavica

“E’ una luna da vigna. Da bambino credevo che i grappoli d’uva li faccia e li maturi la luna….
Ora il brivido mi aveva lasciato e la luna col suo sapore di vendemmia ci guardava
entrambi come una creatura che conoscevo e ritrovavo”.
Feria d’Agosto, 1946.

Continua

(di R. Marini pubblicato su www.eat.cudriec.com)